Alessandro La Motta

Nasce a Rimini nel 1966, dove vive e lavora. 

Si è diplomato presso il Liceo Artistico di Rimini, e all’Accademia di Belle Arti di Bologna. 

Durante gli anni di formazione figurano le prime esposizioni collettive e i riconoscimenti al Premio Morandi e Premio Zucchelli (1985/1986/1988).  

Nel 1991 realizza la prima esposizione personale a Roma curata da Alessandro Masi dal titolo Geologie, dove indaga la materia primordiale vulcanica e la luce, con un timbro pittorico segnato dalla forte componente materica, a cavallo tra astrazione e figurazione.   

Il magma materico, che contrassegna i primi lavori, cede il passo alle figure di luce, essenzialmente definite angeli. 

Nel 1993 espone alla galleria l’Opera di Napoli con un testo di Alessandro Masi dal titolo: La pittura annunciata, tracciando le prime espressioni delle figure di luce, e nel 1994 presso la Dogana dei Grani di Atripalda, mentre, negli stessi mesi,  alcune sue opere sono ospitate presso il prestigioso complesso della Certosa di San Lorenzo a Padula in un’esposizione curata dalla Sopraintendenza ai Beni Artistici di Salerno /Avellino. 

Nel 1995 pubblica Angeli per Il Cerchio Editore, con testi tratti da Rainer Maria Rilke e l’introduzione di Davide Rondoni; questo periodo segna l’inizio di un rapporto sodale con la poesia, che lo porterà negli anni a intraprendere collaborazioni importanti con poeti e scrittori e alla realizzazione di pubblicazioni e mostre di respiro internazionale: tra queste si ricorda in particolare Riemerge in lontane chiarità, edizione d’arte del 1997, con una poesia di Mario Luzi, ospitata presso l’Istituto Italiano di Cultura e la galleria Forma Libera di Barcellona in Spagna.

Opera genera opera del 1998 è la mostra a invito del Centro di Poesia Contemporanea dell’Università di Bologna con una poesia inedita di Roberto Carifi; mentre pubblica nello stesso anno Da perso calle, edizione d’arte con una poesia di Rosita Copioli, editore Raffaelli mentre per Omnia Mutantur realizza a Pesaro una scultura installazione con una poesia di Gianni D’Elia.

Nel 1999 pubblica Immagini del viaggio e della montagna, con il testo poetico tratto dai Canti Orfici di Dino Campana, l’opera entra a far parte della collezione del museo omonimo di Marradi.  

Nel corso dello stesso anno, espone presso la Galleria Comunale d’Arte Moderna di Cesena e Galleria Il Vicolo, con una mostra personale dal titolo La memoria come azione; il testo di Luca Doninelli e Marisa Zattini, focalizza una fase importante della pittura dell’artista, densa di occasioni e riconoscimenti. Al termine dello stesso anno è premiato alla Biennale d’Arte Romagnola, con un’opera selezionata da Claudio Spadoni.

Nel 2000 le opere legate al verso poetico, sono esposte a Barcellona in Spagna, con la mostra Tra le righe della poesia presso Forma Libera, realizzata in collaborazione con il GAI - circuito Giovani Artisti Italiani vincendo il premio Movin up, con il Patrocinio dell’Istituto Italiano di Cultura a Barcellona.

E’ invitato alla mostra L’immagine della parola, curata da V.Dehò, nell’ambito delle manifestazioni per Bologna 2000 Capitale Europea della Cultura ed espone presso la Galleria G7 un corpus di lavori con una poesia di Rossella Tempesta, dal titolo “Ferma su piedi uniti”, editore Campanotto.

Nel 2001 viene invitato da Claudio Spadoni, alla rassegna La pittura in Romagna, mostra che presenta le migliori espressioni artistiche del novecento romagnolo. 

Inaugura la mostra Body of art, presso la Galleria Senato a Milano con un testo di Valerio Dehò, che dopo le tappe di Roma e Venezia, approda alla Galleria Lubelski di New York

Partecipa a diverse trasmissioni televisive tra le quali si ricordano Quest’Italia per Rai International  con un’intervista di Cinzia Tani e Studio aperto, intervista esclusiva con Claudia Koll, curata da Irene Tarantelli.

Sono anche gli anni in cui firma le scenografie per numerosi spettacoli teatrali tra i quali si ricordano: Il giardino poetico con Lucilla Morlacchi, A l’aura sparsi con Gianni Musi e Non son torri ma giganti, per la regia di Vittorio  Possenti e Roberto Gabellini.

Nel corso di questo periodo inizia a lavorare sulle dinamiche del volto e sulla figura come corpo della pittura, dentro un’idea di presenza-assenza che ne caratterizzeranno il lavoro negli anni a seguire. 

Nel 2003 espone con opere recenti presso il Parlamento Europeo a Bruxelles; 

Il 2004 si corona con i viaggi in Africa (già iniziati dal Biennio precedente), dove partecipa a workshop con artisti di varie nazionalità e alla partecipazione con Z’Arts alla Biennale di Dakar in Senegal

La sua pittura registra in questo periodo, una contaminazione con i segni e le figure del continente nero, lavoro che nel 2004 confluisce nella mostra Prima che io bussassi, presso la Galleria L’Ariete di Bologna. 

Nel 2005 espone con Viaggio Alessandrino presso la Fondazione Cà la Ghironda a Bologna e nella mostra collettiva Cuori selvaggi con la collaborazione della Galleria L’Ariete, nel 2006 una delle sue opere entra nella collezione del Museo di Cà la Ghironda. 

Nel 2007 espone con Quadri per un’esposizione presso il CMC Centro Culturale di Milano e al Castello Malatestiano di Rimini con la mostra Versante Adriatico

Nel 2008 inizia un nuovo ciclo di opere, attraverso le quali, affronta nuovamente il tema del paesaggio attraverso i viaggi in Turchia e Palestina, da cui nascono diverse esposizioni e le nuove pubblicazioni, tra le quali ricordiamo Oriente e Hagarstone, opera complessa quest’ultima, dove alla pittura si affiancano la fotografia e il video. 

Nel 2009 partecipa su invito di Alberto Agazzani alla mostra Contemplazioni, rassegna che riunisce sul tema della bellezza i maestri della figurazione italiana e le migliori espressioni delle nuove generazioni.

Nel 2010 dipinge un’opera di grandi dimensioni dedicata a Leopardi, realizzata sul palco nel corso dello spettacolo Che fai tu luna in ciel, con Giancarlo Giannini che recita le cantiche del grande poeta di  Recanati. 

Nel settembre dello stesso anno ha esposto con la mostra personale Green Italy nell’ambito delle manifestazioni per l’Expò Universale di Shanghai, presso la Tongij University, dove una sua opera è entrata nella collezione permanente. 

Il 2011 vede la partecipazione alla 54a Biennale di Venezia per il Padiglione Italia nella sezione dell’Emilia Romagna  presso Palazzo Pigorini di Parma, curata da Vittorio Sgarbi. 

In occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, partecipa alla mostra Tricolori, presso il Palazzo del Podestà di Rimini.

Nel 2012 viene invitato all’esposizione Le arti alla fine del mondo in una mostra a cura di Beatrice Buscaroli e Bruno Bandini presso la Biblioteca classense di Ravenna e  alla mostra Bacon e 35 fisiognomiche contemporanee a Sesto Fiorentino.

Nel 2013 esce per NFC editore una nuova edizione di Viaggio alessandrino. Partecipa con la Galleria Arteko’ ad Art FaCTory di Catania.

Partecipa con la Galleria Arteko’ ad Art Market Budapest  con un’esposizione curata da Aurelia Nicolosi e testo in catalogo dal titolo Un aedo contemporaneo.

Nel 2014 espone con Identità disegno il suo ventennale lavoro legato al segno con opere intime e al contempo potenti, partecipando a pieno titolo al caleidoscopio culturale generato dalla Biennale del Disegno. Il catalogo, edito da NFC edizioni, vede un testo introduttivo di Giulio Zavatta. 

Attraverso la mostra Il mito il viaggio la passione presso la Domus del Chirurgo a Rimini, si confronta con l’archeologia, mettendo a fuoco il suo pensiero sul mondo classico. Il catalogo edito da NFC edizioni, è arricchito dai testi di Beatrice Buscaroli e Aurelia Nicolosi, e un’introduzione di Massimo Pulini, assessore alla cultura del Comune di Rimini. 

Viene inoltre invitato ad esporre con una mostra personale per Augusto e l’Impero, le celebrazioni del bimillenario augusteo al Palazzo della Cultura di Catania.

Realizza nel 2015 per il centro I ART - Il popolo diffuso per le identità e l’arte contemporanea in Sicilia, la mostra Dee eroi e muse della bellezza presso il Centro Espositivo Monte Prestami di Piazza Armerina, in collaborazione con il Museo Regionale Villa del Casale di Piazza Armerina, il Museo Regionale di Aidone, Il Museo Interdisciplinare di Enna.

 

 

 

Principali mostre personali

2015    - Dee eroi e muse della bellezza - Monte Prestami, Piazza Armerina

2014    - Augusto e l’Impero - Palazzo della cultura, Catania
Il mito il viaggio la passione - Domus del chirurgo - Musei Comunali, Rimini
Identità disegno - Agenzia NFC, Rimini

2013    - Art Market - Galleria Artekò, Budapest, Ungheria

2012    - Come sull’acqua - Galleria Schiavetti - Contemporanea, Forlì

2010    - Green Italy, Tongji University - Shanghai – CINA.

2009    - Hagar Stone, Gerusalemme – ISRAELE.

2007    - Quadri per un’esposizione, CMC / Centro Culturale di Milano - Milano.

2005    - Viaggio alessandrino, Fondazione Ca’ la Ghironda - Ponte Ronca / Bologna.

2004    - Prima che io bussassi, Galleria RN22 - Rimini.

            - Sotto l’armatura, Galleria L’Ariete - Bologna.

            - Canto per te - da Luzi a Campana, Galleria L’Ariete - Bologna.

2003    - Opere recenti, Parlamento Europeo - Bruxelles - BELGIO.

2002    - Da bambino mi innamoravo di tutto, Libreria Riminese - Rimini.

            - Per quattro stagioni - Contemporanea - Forlì 2002 - galleria Rosini.

             - La perdita d’ombra, Galleria Il Vicolo - Cesena.

2001    - Segni e disegni - tra pittura e poesia, Galleria Senato - Milano.

            - Azzurro mare, Galleria Comunale Santa Croce - Cattolica.

            - Body of art, Galleria Abraham Lubelski - New York - USA.

            - Body of art, Galleria Studium – Venezia.

            - La magia delle donne, Galleria Rosini - Riccione.

            - Corpo della pittura, Galleria del Pallaro - Roma.

            - Da Rilke al novecento italiano, Istituto di Cultura Germanica - Bologna.

1999    - Immagini del viaggio e della montagna, Magazzini del sale - Cervia.

            - La terra della pittura, Galleria L'Indicatore - Roma.

            - La memoria come azione, Galleria Comunale – Cesena.

            - Tra le righe della poesia, Forma Libera - Barcellona - SPAGNA.

 

 

Principali mostre collettive

2015 - Art FaCTory -  Kõ Art, Fondazione Puglisi, Catania
         
- L'itinerario, Kõ Art, Catania
         - Anamorfosi - Kõ Art, Bassi di Palazzo Ducezio, Noto
         - La terra di Cerere - Palazzo della Cultura - Kõ Art, Catania
         - Morphine - Ala nuova del Museo, Rimini

2014 - Preludio non misurato - Kõ Art, Catania
         - Paratissima - Galleria Ufofabrik, Torino
         - Art Market - Galleria Artekò, Budapest, Ungheria
         - Analogie libere - Galleria Artekò, Palazzo Ducezio, Noto
         - Art faCTory - Galleria Artekò, Catania
         - F.A.T.A. - Galleria Il Vicolo - Palazzo Albertini, Forlì
         - Traiettorie - Galleria Il Vicolo, Cesena

2013 - Art faCTory, Galleria Artekò - Catania.

         - Come il ponte il volto, galleria The Bridge & con-temporary gallery - Rimini.

2012 - Biennale chiese laiche, Biblioteca classense - Ravenna.

         - Bacon e trentacinque fisiognomiche contemporanee, Sesto Fiorentino, Firenze.

2011 - Lo stato dell’arte - 54° Biennale d’arte di Venezia, Padiglione Italia - Parma.

-       Tricolori - per 150° dell’Unità d’Italia, Palazzo del Podestà - Rimini.

-       Contemporanea - Forlì 2011 - Galleria Schiavetti.

2009 - Contemplazioni, Castello Malatestiano - Rimini.

         - Una finestra sul mondo, Museo diocesano - Catania.

2008 - 10 + 10 = 20 anni per Clandestino, Rimini.

2007 - Versante adriatico, Castello Malatestiano - Rimini.

2006 - Arte fiera, Bologna - 2006 - Galleria L’Ariete.

   - Art Verona, Verona - 2006 - Galleria L’Ariete.

         - Miart, Milano 2006 - Galleria L’Ariete.

   - Contemporanea, Forlì 2006 - Galleria L’Ariete.

2005 - Cuori selvaggi, Fondazione Ca’ la Ghironda - Bologna.

         - Cuori selvaggi, Palazzo del Podestà - Rimini.

-       Nuove acquisizioni, Museo Ca’ la Ghironda - Bologna.

-       Immagina, Reggio Emilia 2005 - Galleria L’Ariete.

-       Contemporanea - Forlì 2005 - galleria L’Ariete.

2004 - I crimini dell’amore, arte fiera off - Galleria L’Ariete - Bologna.

         - Corpore, Galleria d’arte Paolo Nanni - Bologna.

         - Z’Arts, Incontro Internazionale d’Arte, Ziguinchor - SENEGAL.

         - Z’Arts, Biennale di Dakar, Dakar - SENEGAL.

         - Dinamiche del volto, Pavullo nel Frignano – Modena.

2003 - Art Africa, Palazzo del Podestà – Rimini.

2002 - Z’Arts, Incontro Internazionale d’Arte, Ziguinchor – SENEGAL.

         - Z’Arts, GalleriaNazionale, Dakar – SENEGAL.

         - Z’Arts, Praia - CAPO VERDE - Z’Arts - Sérékounda – GAMBIA.

2001 - La pittura in Romagna, Galleria Comunale d’Arte – Cesena.

2000 - L'immagine della parola, Galleria G7 – Bologna.

1999 - Biennale d’arte Romagnola, Galleria Comunale d’Arte – Cesena.

 

 

Libri d’artista e pubblicazioni

 

2013 - Viaggio Alessandrino - editore NFC.

2009 - Hagar Stone - editore Agenfor.

2004 - Prima che io bussassi - editore Raffaelli.

2000 - Cartoline per Rimini - editore Raffaelli

            con testi di Stefano Pivato, Piero Meldini.

1999 - Immagini del viaggio e della montagna - editore Il Vicolo.

1998 - Da perso calle - editore Raffaelli

            con una poesia inedita di Rosita Copioli.

1997 - Riemerge in lontane chiarità - editore Raffaelli

            con una poesia di Mario Luzi.

1995 - Angeli - editore Il Cerchio

            con un’introduzione di Davide Rondoni.